Informations et ressources scientifiques
sur le développement des zones arides et semi-arides

Accueil du site → Projets de développement → ONG/NGO Coopération décentralisée → Liban → Sviluppo dell’apicoltura in Libano

2011

Sviluppo dell’apicoltura in Libano

Liban

Titre : Sviluppo dell’apicoltura in Libano

Pays : Liban
Lieu : Nord e Sud del Libano e Bekka.

Date : Stato di avanzamento : Il progetto si è concluso nel 2011.

Objectifs
* Obiettivo generale : Contribuire allo sviluppo della filiera dell’apicoltura nel Libano.
* Obiettivi specifici : Rinforzare le capacità degli apicoltori nella produzione di un miele di qualità. Sostenere il territorio, le istituzioni e il settore produttivo nel processo di valorizzazione e promozione del settore apistico. Rafforzare le capacità professionali e produttive dei produttori attraverso l’assistenza tecnica, la formazione, l’interscambio e il miglioramento tecnologico del processo di produzione. Implementare la filiera, valorizzare il prodotto e stimolare l’associazionismo dei produttori.

Activités
Il progetto, di carattere nazionale, prevede interventi coordinati nei territori del Nord, del Sud e della Bekaa e la realizzazione di attività di formazione, assistenza tecnica e sensibilizzazione sulle tematiche legate all’apicoltura e la produzione di miele (produzione, politiche di filiera, valorizzazione del prodotto, qualità, salute delle api, commercializzazione, associazionismo, ecc). Sono già state realizzate numerose missioni tecniche di formazione e assistenza tecnica di esperti apicoltori umbri in Libano, stage di formazione di apicoltori libanesi in Umbria. A dimostrazione del proficuo lavoro svolto nei confronti dei produttori libanesi sulla necessità di aggregare in forme organizzate le varie realtà produttive seriamente impegnate in questo processo di modernizzazione e di sviluppo, si stano creando federazioni o unioni che dovranno raggruppare in un unico strumento rappresentativo le varie componenti associative presenti nei singoli territori della Bekaa e del Nord. L’obiettivo finale, che ormai si affaccia all’orizzonte, dovrebbe essere la creazione di un unico organismo dei produttori rappresentativo a livello nazionale. Un organismo nel quale sarebbero presenti apicoltori provenienti da territori con culture, tradizioni profondamente diverse tra loro ma finalmente accomunate da un unico potente collante : le api e il miele. Anche sul fronte legislativo si sta delineando questo risultato ; un importante passo in avanti sulla strada della razionalizzazione e del miglioramento del settore attraverso una consulenza specifica dell’APAU al Ministero dell’Agricoltura Libanese, sull’elaborazione di una legge quadro per l’apicoltura. La proposta, frutto dell’accurato esame della situazione locale e nazionale, elaborata dall’APAU con il Programma ART, ha trovato una convita risposta da parte del Ministero dell’Agricoltura Libanese che ha immediatamente messo in cantiere un testo attualmente allo studio. La formulazione una legge così connotata (si tratta delle linee guida per il settore apistico) oltre che donare all’apicoltura una forma giuridica, come nelle migliori tradizioni apistiche di altri Paesi, potrebbe inaspettatamente configurarsi come il risultato in assoluto più importante e qualificante dell’intero Progetto.

FELCOS Umbria

Page publiée le 7 septembre 2019