Informations et ressources scientifiques
sur le développement des zones arides et semi-arides

Accueil du site → Master → Italie → Proposal for Iran caravanserais

Politecnico di Milano (2018)

Proposal for Iran caravanserais

KAFILI, DORSA

Titre : Proposal for Iran caravanserais

Auteur : KAFILI, DORSA

Université de soutenance : Politecnico di Milano

Grade : Laurea Magistrale 2018

Résumé
Le Caravansarà erano fatte principalmente per facilitare i viaggi lunghi dei viaggiatori di una volta, offrendogli la protezione e la sopravvivenza ; oltre questo obiettivo, erano i posti anche per incontrarsi delle persone con le culture diverse che viaggiavano verso svariate destinazioni. Sebbene erano le strutture particolari con le loro funzionalità cruciali allora, stanno sparendo una alla volta dalla faccia della terra. Oggi come oggi con l’estrema velocità dei viaggi non vi è più la necessità di avere i posti come la destinazione di un giorno di viaggio. I viaggi non vengono più suddivisi dei pezzettini di un giorno. Pensando alla loro storia, mi ha ispirato di ravvivare questi posti meravigliosi che sono ancora capaci di offrire alle persone interessate l’esperienza di una breve visita storica, provare i rifugi in mezzo al deserto, essere circondato con sconosciuti, staccarsi pochi giorni dalla vita quotidiana e vivere qualche giorno della vita di un’altra persona in passato in una Zona cosiddetta Temporanea Autonoma (sigla in inglese : TAZ), esplorare la vita in una maniera non convenzionale. Vorrei invitare le persone curiose a questo evento per dare una funzionalità temporanea a queste peculiari strutture, ciò che una volta per cui erano fatte.

Carvanserais were the points of gathering. Gathering of people from different backgrounds, to different destinations and with different purposes. Carvanserais were built to ease the travellers. However, these unique structures, providing survival and protection in one time, are degrading now. Today with speed travels, there is no need of these mid-spaces to be the final destination of a one-day journey. Experiencing for a short time these historical spaces, while being provide by shelters in the middle of the desert, and being surrounded by strangers, disconnecting from everyday life, being situated in one’s “Temporary Autonomous Zone (TAZ)”, exploring life in an unconventional way, were the first ideas to bring people to these temporary spaces for bringing them back to work for that limited time ; as it was also once their own function.

Présentation

Page publiée le 10 mai 2020